XS
SM
MD
LG

Carl Andre “Works on paper”

13 Sep 2018 - 22 Dec 2018

Vernissage

Wednesday, 12 September 2018 from 6 pm

Opening

Tuesday – Saturday | 11 am – 7 pm

Located to:

Lambrate/Ventura
Via G. Ventura 5, 20134 Milan – View map

Press Release

"Carl Andre ha iniziato come poeta. Lo scultore che è diventato nel tempo non dovrebbe far dimenticare che i suoi primi materiali d’elezione sono stati le parole e i nomi, non il rame, il legno e l’acciaio” – Christophe Cherix.

La galleria Massimo De Carlo è lieta di inaugurare la nuova stagione espositiva con una personale di Carl Andre. La mostra sarà la prima rassegna esaustiva in Italia delle opere su carta dell’artista, lavori composti di poesie scritte a macchina che precedono e anticipano la pratica scultorea di Andre, offrendo la possibilità di comprendere più intimamente la sua sfera intellettuale.

Gli scritti su carta sono alcuni dei primi lavori di Carl Andre, che iniziò a produrli alla fine degli anni ‘50; in mostra ci sarà una selezione di opere datate dal 1958 al 1963, un periodo in cui l’artista visse a New York e condivise il suo studio con Frank Stella. Lunghe una o più pagine, tutte le poesie sono state composte con una macchina da scrivere manuale e possono essere lette come dei disegni o declamate ad alta voce.

È già possibile riconoscere in queste poesie le più importanti intuizioni estetiche e concettuali di un artista oggi riconosciuto per aver creato un nuovo linguaggio nella scultura: la radicale importanza della ripetizione nella pratica artistica e l’idea di utilizzare materiali già esistenti, tagliarli e ricomporli. Andre affermava spesso di tagliare i testi come il legno, o di battere i tasti della macchina da scrivere come un martello che scendeva su un foglio.

La mostra sarà un’occasione unica per vedere opere che raramente sono state esposte insieme e sono state parte di una celebrata retrospettiva itinerante partita dal DIA nel 2014 e passata per il Reina Sofia, l’Hamburger Bahnhof, il Musée Moderne de la Ville de Paris, e il Los Angeles MoCA. Parte dei lavori fanno parte della mostra permanente della Fondazione Chinati mentre lo Stedelijk Museum possiede una collezione significativa di questo corpo di opere. La Tate Gallery di Londra ha attualmente in corso un progetto di riorganizzazione di queste opere in un catalogo ragionato.

)